A che pro? – seconda parte

Adesso facciamo un altro passo. Immagina che da una montagna stia arrivando una bella slavina, già a tre centimetri dal tuo passamontagna, e che proprio in quel momento tu stia compiendo, con la rapidità del pensiero, l’esperimento di prima.
“Sì, vabbe’, ma qui ci sono due esperimenti, uno dentro l’altro!”
Hai ragione; c’è qualche legge che lo vieta? No, e allora fallo e non protestare.
Ebbene, cambierebbe una sola cosa, ma essenziale: non potresti, vedendo quel che vedi, raccogliere informazioni utili per determinare qualche buon (o cattivo) proposito. Se ti venisse di considerare: “In questo caso è meglio…”, non è che avresti il tempo di commentare: “La prossima volta non mi fregano!”. Eh, no: hai preso e dato tutte le fregature e non ci sono tempi di recupero.
Ecco, immagina che goduria a cogliere il divenire di luoghi e persone già noti, ma che si fanno via via più distanti senza potervi intervenire nemmeno nella pure ridotta maniera di noi quaggiù.

continua…

Annunci

Informazioni su ribaldi

Uno che evidentemente ha ancora tempo libero...
Questa voce è stata pubblicata in Cogitazioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...