A che pro? – terza parte

Ora, lascia che la slavina completi il suo sporco, quantunque candido, lavoro e fai un terzo definitivo esperimento: il tuo pensiero è adesso legato a non corporee sinapsi e quindi riusciamo ad avere una maggiore velocità di realizzazione ma forse un eccesso di possibilità, tutte le idee parimenti raggiungibili ad affollarsi con la furibonda capacità analogica che già nei sogni ti disorientava.
I profeti, e men che meno i medium, non si sono scomodati a darci indicazioni sul funzionamento dei pensieri di un umano senza cervello e i molti esempi di decerebrati in vita non sono pertinenti… perciò devo limitarmi a ipotesi.
Diciamo che generalmente, salvo il controllo esercitato su di noi dalla costanza delle situazioni, la nostra fantasia è fuori controllo. Basta una sostanza psicotropa, basta una distrazione, basta il sonno, e cominciamo a vagare in modi forse non del tutto determinati dalle nostre inconsce volizioni. Se un fantasma si trova in una situazione analoga, hai voglia ad aspettarlo: è impegnato a fluttuare fra tutto il concepibile e non lo riprendi più.
Questa sarebbe già una spiegazione buona; i fantasmi vagano indefinitamente fra tutti gli universi che è possibile pensare, contemplando non richiesti panorami a base di stalagmiti dolcificate e busti in grandezza naturale di Enrico Fermi fatti con burro di yak.

-°0°-

Supponiamo invece che nuove costanze offrano terreno solido agli altrimenti labili trapassati. Ecco un’altra ragione per non farsi vedere, in quanto in tutt’altri impegni impegnati e in tutt’altre esigenze compresi. Che l’aldilà sia un rifacimento in meglio dell’aldiqua o completamente diverso, già il suo permanervi potrebbe impedire ritorni.
Ecco che chi si trova in quell’Altrimenti faticherebbe a distogliervisi, come noi qui fatichiamo a perdere la conoscenza dell’Intorno.

continua…

Annunci

Informazioni su ribaldi

Uno che evidentemente ha ancora tempo libero...
Questa voce è stata pubblicata in Cogitazioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...