Gli eletti

Dopo Berlusconi, Morsi e non so quanti altri, ora anche il primo ministro spagnolo invoca in qualche modo l’impunità in nome del fatto che lo hanno eletto.

Oltre a ricordare i problemi sull’autorevolezza di chi è eletto, causati dai difetti intrinseci dei sistemi scelti, bisognerebbe recuperare il senso del loro mandato che non è quello di una tirannide a tempo ma, in un Paese progredito, dovrebbe essere una “schiavitù su delega” a lavorare ad alto livello per conto terzi senza aspettarsi premi: gli eletti sono “servi inutili” che, se va bene, hanno solo compiuto il loro dovere e poi, come Cincinnato, devono tornarsene al loro aratro.

I Greci escogitarono l’ostracismo per liberarsi di quei cittadini che diventavano troppo influenti. Come ogni escogitazione umana lo si poté usare anche a sproposito, ma mi pare che il principio vada recuperato e dovremo studiare qualche metodo che abbassi la cresta ai galletti, oltre magari a sistemi per migliorare la qualità del voto, affinché i galletti non siano premiati dai boccaloni.

Secondo me, sul titolo di questo mio è il caso di meditare.

Annunci

Informazioni su ribaldi

Uno che evidentemente ha ancora tempo libero...
Questa voce è stata pubblicata in Cogitazioni, Polemiche e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...