Terminologia

Bisogna chiamare le cose col loro nome, e dai tempi di Linneo (XVIII secolo) si ha la buona abitudine di chiamare gli animali con un nome internazionalmente condiviso.
I filosofi, ben prima delle proposizioni chiare e distinte di Cartesio, hanno capito che le cose vanno chiarite a partire dalle parole usate.
Così, tanto per fare chiarezza sull’argomento, preciso che chi ammazza una donna, che poi si suicidi o no; chi ammazza bambini, frutto delle proprie viscere o meno,
NON SI CHIAMA
Suicidio allargato
“sembrava tanto tranquillo…”
“dobbiamo capire…”
e altre amenità da buonismo politicamente corretto.
NO! Chi fa certe cose, invece,
SI CHIAMA
Lurido bastardo
Assassino schifoso
Disgraziato demente
Dobbiamo rendere chiaro, a chi approssima idee simili, che si approssima a una bestialità da classificare come merita. Dobbiamo evitare di usare espressioni che, nella loro innocuità, nuocciono invece tantissimo, facendo sembrare plausibile quello che non lo è. E bisogna bollare adeguatamente ogni frase che porti in certe direzioni.

Annunci

Informazioni su ribaldi

Uno che evidentemente ha ancora tempo libero...
Questa voce è stata pubblicata in Polemiche e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...