Davanti a certi vanti…

Sento spesso, ormai, vantare le luminose conquiste della cultura occidentale in opposizione a suoi nemici veri o presunti. Non che disprezzi certi valori, anzi: ma proprio per questo ci andrei cauto a vantarmene.

In questo continente abbiamo appena avuto un secolo di spaventosi massacri. Sterminio, popoli scientificamente deportati, affamati, perseguitati. Dittature che hanno umiliato la giustizia e fatto danni alla coscienza civile, tali da perdurare nelle generazioni: di tali dittature infatti sono molti i nostalgici mentre delle storture imposte abbiamo tracce ovunque. I governi, tutti quelli che ne hanno avuto il potere, hanno sostenuto in tutto il mondo alcune delle peggiori cricche delinquenziali ottenendo colpi di stato, devastazioni, impoverimento; e questo indipendentemente dalla quantità di democrazia che i governi suddetti concedevano entro i confini propri. Nei confini in questione però, seppure in misura variabile nei vari Paesi, è mancato secondo me un vero impegno alla realizzazione di ideali nati pur qui. Quali poi siano questi ideali, in nome di quali si possa vantar qualcosa, è appunto materia di discussione e penso di dire la mia prossimamente.

Con che ragione, perciò, ci si può ergere a baluardo della civiltà; e di quale poi? Dopo la Rivoluzione Francese furono distrutti monasteri e altri edifici religiosi, senza riguardo per considerazioni storiche o artistiche. Immaginiamo che la sorte di Cluny fosse trasmessa per televisione, al modo in cui tutti siamo stati informati della distruzione di statue del Buddha in Afghanistan…
All’avvento del Protestantesimo, si fece scempio di madonne, immagini sacre per altri, blasfeme per loro. Immaginiamo che tale zelo fosse filmato come il martellamento di statue perpetrato a Mosul. E perché non parliamo dei roghi di libri, da Savonarola ai nazisti, magari però risalendo alla distruzione di opere magiche da parte di convertiti, come raccontano gli Atti degli Apostoli?

La mia ignoranza mi impedisce di aggiungere molto altro ma credo di avere argomentato a sufficienza.

Tutto ciò per dire una cosa, che vuol essere assolutamente parziale e non esaurisce ciò che penso in materia: con che coraggio io, europeo nato nel XX secolo, posso vantare alcunché della cultura che mi anima, benché vi creda?

 

Annunci

Informazioni su ribaldi

Uno che evidentemente ha ancora tempo libero...
Questa voce è stata pubblicata in Cogitazioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...