Povere mamme

La bimba ha ventidue mesi e un problema da operare, e poi da curare, e poi da operare nuovamente, e così per chissà quanto tempo.
Accoglie con un bel sorriso l’altra bimba più grande.
La giovane mamma, una donna bella e simpatica, fa tanta strada per casa e ospedali, dal marito e dai suoceri.
Dice un “povere mamme” che a me risuona come un proverbio, forse qualche reminiscenza delle mie parti di toscanità, come ad averlo già sentito dire, in tempi remoti. E mi pare una citazione, per come cade quasi inavvertito nel parlare.
Come è facile convenire con quell’espressione, suonata come non fosse ancora diventato sfogo ma certo è già constatazione!
Davvero: povere mamme.

Informazioni su ribaldi

Uno che evidentemente ha ancora tempo libero...
Questa voce è stata pubblicata in Cogitazioni, Memorabilia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.