Occasione perduta

Premetto che non sto per parlare di informatica…
Ieri mi è successo qualcosa su cui merita ragionare.
Avevo spostato o cancellato alcune registrazioni; faccio per aprire un file su cui sto lavorando in questi giorni e… non si trova.
Sì, non si trova in una certa cartella del pc. Cerco di andare a vedere il contenuto di quella cartella e… non si trova nemmeno quella!
Panico…
Non solo ci sto lavorando, ma in esso ripongo le speranze per l’attività che ho deciso mi impegni i prossimi anni.
Di sicuro, mi dico, l’ho spostata inavvertitamente; compio una manovra semplice che dovrebbe indicarmi la nuova posizione e… non si trova!

Hai presente quando apri il cassetto degli attrezzi e ti manca proprio quello che ti serve per non buttare via il lavoro; quando in cucina devi compiere una manovra per il piatto che stai preparando e non trovi quell’utensile; quando è tardi per andare alla cerimonia, e l’abito che avevi preparato non è al suo posto?
Ecco: io non avevo perso un attrezzo. Avevo perso l’officina intera e il lavoro che ci facevo; la cucina, i prodotti in dispensa e i libri di ricette; l’invito, l’indirizzo, l’orario della cerimonia.
In quella cartella c’erano anni di passatempo, con risvolti personali.

Il panico, però, non aumenta.

Spengo il pc, lo dico a Lucia e cerco di ragionare.
Cosa avrebbe detto Diogene, come avrebbe reagito Epicuro, cosa mi avrebbe insegnato Buddha, ma soprattutto: cosa raccontare a Gesù?
Dando per scontata la perdita, e troppo stupito per avere le normali mie reazioni di brontolii e accidenti; rendendomi conto che si trattava di questione tanto grossa da implicare un radicale intervento sul mio modo di ragionare, sono restato qualche minuto a cercar di digerire la novità.

Ci sono perdite peggiori, lo sappiamo tutti, ma la peggiore è sempre quella che patisci tu.
E, in definitiva, io sto cercando di diventare un filosofo.
Un’occasione d’oro!
Un’idea, una ricerca leggermente diversa e, mentre il risultato favorevole compariva, la chiamata ad un amico esperto, giusto in tempo per festeggiare: problema superato.
Sento la voce di miliardi di esperti informatici di ieri, oggi e domani gridarmi: il backup!

Vabbe’; ormai rinunciato a essere un serio utilizzatore di pc, quasi mi spiace essermi lasciato sfuggire l’occasione di diventare almeno un saggio.

Informazioni su ribaldi

Uno che evidentemente ha ancora tempo libero...
Questa voce è stata pubblicata in Chiacchiere e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.