Plutone

Capita che, in una famiglia, un nonno ritenga interessante leggere un articolo a proposito della scoperta di un nuovo pianeta del Sistema Solare; il pianeta ancora non ha un nome.
Capita che, a tavola, sia anche una bambina di 11 anni a cui la scuola aveva insegnato i nomi dei pianeti e l’antica mitologia.
Capita pure che questa bambina non percepisca la voce del nonno come un fastidioso rumore di fondo, ragioni sulla notizia e dica la sua: “Potrebbero chiamarlo Plutone”. È il nome di un’antica divinità e ancora non figura fra i nomi dei pianeti.
Capita che il nonno scriva in tal senso a un amico astronomo, che scrisse allo scopritore, che scelse di adottare il nome che il collega aveva ricevuto dal nonno che glielo aveva scritto, sentito dalla nipote che lo aveva suggerito (che al mercato mio padre comprò).
E così il nome di Venetia Burney ha un posticino nella storia dell’astronomia.
Viva le bambine sveglie.
Viva i nonni.
Viva le famiglie in cui si parla.
Viva l’astronomia.

Informazioni su ribaldi

Uno che evidentemente ha ancora tempo libero...
Questa voce è stata pubblicata in Chiacchiere, Memorabilia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Plutone

  1. Miriam ha detto:

    Bellissima! Non la conoscevo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.